Sabato 18 - 0:30

Gianluca di Ienno e Claudio Filippini

"RUSTY"

genere: musiche originali, jazz

PROGRAMMA

Una straordinaria intesa, quasi telepatica, tra due outsider dei tasti. Un duo sperimentale, nato di recente e quasi per gioco, materializzatosi dopo appena una sessione di registrazione sperimentale in studio, nato dalle menti di Gianluca Di Ienno e Claudio Filippini, considerati dalla critica due tra i migliori pianisti/tastieristi del panorama musicale italiano, entrambi conosciuti e apprezzati anche in ambito internazionale. La formazione in oggetto è piuttosto insolita in quanto formata da due pianisti-tastieristi: pianoforte a quattro mani e utilizzo di synth analogici ed elettronica. Il sound è magmatico, energico, pensato, inaspettato e ricco di groove. La palette di sfumature proposta dal duo spazia dal jazz mainstream ai momenti di totale improvvisazione, a momenti eterei di ambientazioni elettroniche agli inevitabili e tanto amati echi di musica tardo romantica.

Gianluca Di Ienno - piano, synth, electronics
Claudio Filippini - same piano, synth

Gianluca di Ienno
Pianista, organista, compositore, produttore. Inizia gli studi musicali a soli 3 anni su tastiere e a 6 su organo elettronico. Da giovanissimo partecipa e vince diversi concorsi dedicati all’organo elettronico (Concorso per giovani musicisti di Recanati, Concorso per giovani musicisti Castelfidardo, Concorso internazionale per giovani organisti Pescara), solo successivamente consegue diploma in pianoforte principale presso conservatorio Umberto Giordano di Foggia. Nel 2004 si diploma in Alto Perfezionamento jazz presso il CPM di Milano sotto la guida del M.tro Franco D’Andrea, con il massimo dei voti (10/10). Nel 2007 è terzo classificato all’XI edizione del premio internazionale “Massimo Urbani” e nel 2008 è vincitore con il suo trio del Concorso per Formazioni emergenti indetto dal Jazz Club Bergamo. Presso i seminari internazionali di Siena Jazz ottiene borsa di studio al merito per la St. Louis di Roma. Ottiene il diploma di primo livello in Musica Jazz presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano con 110 e lode. Negli anni ha la possibilità di incontrare e studiare con Fred Hersch, John Taylor, Sam Yahel, Kenny Werner. Apprezzato sideman, ha avuto la possibilità di suonare in rassegne o registrare – sia al piano che all’organo hammond – con Franco Ambrosetti, Perico Sambeat, Paolo Fresu, Bebo Ferra, Randy Brecker, Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, Emanuele Cisi, Max Ionata, Mattia Cigalini, Fabrizio Sferra, Giovanni Falzone, Andrea Dulbecco, Mauro Negri, Tino Tracanna, Nico Gori, Gianni Cazzola, Stefano Bagnoli, Max Furian, Bjørn Solli, Yuri Goloubev, Asaf Srkis, Emilio Soana, Ada Rovatti, Paolo Pellegatti, George Robert, Mark Nightingale ed altri. Ha registrato per Cam Jazz, Dodicilune, Abeat Records, Irma Records. Si è esibito in diverse rassegne e festival di musica jazz quali Jazzahead Breme, LAC Lugano, Ascona Jazz, Mendrisio Jazz, Jazz at Savoy Theather di Helsinki, Fenix Music Hall Rotterdam, Kamani Auditorium di Nuova Dehli, Prulcek Lubjiana, Koper, Mohammed V di Rabat, Recoleta Cultural Center Buenos Aires, Radisson Hall di Montevideo, Belcampo Amsterdam, Sithoff Leiden, Murphy’s Law Den Haag, Downtown di Berklee/San Francisco, Book of Jazz Bucarest, Piecart Cracow, Heliogabal Barcelona e Jazz Club Girona, AMR Ginevra, Festival Une Etè a Bourges Francia, Steinway Haus Dusseldorf, Jimmy Glass Valencia, Hopper di Anversa, Archiduq Brussel, Sunset Paris ed in Italia quali JazzMi, MITO, Pianocity 2016-2017-2018-2019, Torino Jazz Festival, Firenze Fringe Jazz Festival, Casa Del Jazz Roma, Cagliari Jazz, Nuoro Jazz, Pozzuoli Jazz, Lucca Donna in Jazz, Locomotive Jazz Festival, Trentino Jazz Festival, Napoli Jazz Winter, Piacenza Jazz Festival, Ortigia Jazz, Guastalla Jazz. Ha registrato circa 20 dischi di musica jazz e musica improvvisata nelle sue diverse forme e all’attività artistica affianca quella di produttore musicale e sound designer attraverso il contenitore Mitsuhide Music, licenziando materiale musicale e proprie produzioni nel settore cinema, advertising e del brand design. Nel 2018 fonda l’etichetta MU74, locata nell’omonimo spazio sito in Milano. In ambito pop e musica leggera vanta diversi crediti in qualità di sideman in produzioni live e in studio.

Claudio Filippini
Nato a Pescara si diploma giovanissimo in pianoforte presso il Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo. Durante il suo percorso di studi ha avuto modo di incontrare musicisti come Herbie Hancock, Kenny Barron, George Cables, Jimmy Owens, Joey Calderazzo, Enrico Pieranunzi, Franco D’Andrea, Otmaro Ruiz, Stefano Bollani, Stefano Battaglia. A 17 anni vince la sua prima borsa di studio per il Columbia College Of Music di Chicago e successivamente quelle dei Seminari Senesi di Musica Jazz (2000) e del workshop We Love Jazz con Kenny Barron (2001). Nel 2002 gli viene assegnato il 1° premio al Concorso Europeo per piano solo Yamaha Music Foundation Of Europe e l’anno successivo il Premio Massimo Urbani (Giuria e Pubblico). Nel 2018 partecipa al “Fidelio Piano Competition” aggiudicandosi il primo premio su 280 partecipanti di oltre 40 paesi diversi. Negli ultimi anni ha suonato in numerosi club e festival in tutto il mondo tra cui Sweet Rhythm (New York), Jazz Showcase e Andy’s Jazz Club (Chicago), Blue Note Jazz Club (Nagoya e Tokyo), Ronnie Scott’s (Londra), Jazz at Pearl’s (San Francisco), Montreux Jazz Festival, Umbria Jazz (Perugia), Akbank Sanat Jazz (Istanbul),The Jazz Bistro (Toronto), Thailand International Jazz Conference (Bangkok). Nel 2004 a soli 21 anni costituisce un trio con Luca Bulgarelli e Marcello Di Leonardo con i quali si esibisce in oltre 100 Festival in Italia e all’estero e pubblica tre album per la prestigiosa etichetta Cam Jazz: “The Enchanted Garden” (2011), “Squaring The Circle” (2015), “Before The Wind” (2018). Nel 2015 viene invitato a tenere una masterclass di piano jazz e armonia presso il Columbia College of Music di Chicago e ad esibirsi in piano solo nell’Auditorium della Sherwood Community presso il medesimo istituto. Nel corso degli anni Claudio Filippini ha avuto modo di esibirsi sul palco e in studio di registrazione insieme a Wynton Marsalis, Donny McCaslin, David Binney, Ben Allison, Palle Danielsson, Tony Scott, Mike Stern, Noa, Giovanni Tommaso, Maria Pia De Vito, Battista Lena, Chiara Civello, Simona Molinari, Francesco Bearzatti, Roberto Cecchetto, Bebo Ferra, Fabrizio Bosso, Daniele Scannapieco, Lorenzo Tucci, Giovanni Amato, Max Ionata, Nicola Conte, Dario Deidda, Roberto Gatto, Stefano Di Battista.

Condividi:

Eataly Milano Smeraldo

Piazza XXV Aprile 10

Quartiere: Porta Garibaldi

Ingresso con prenotazione obbligatoria sul sito a partire dal 6 maggio

let's keep in touch

for any further information drop us a lineinfo@pianocitymilano.it

subscribe our newsletter

If you would like to keep informed
of all our activities, subscribe our newsletter: