Domenica 27 | 18:00
Elisa D'Auria e Leonora Armellini

prenota

genere: classica

Autori: G. Tailleferre, W. A. Mozart, D. Shostakovich, C. Saint-Saëns

PROGRAMMA

W. A. Mozart                                                                                                    Sonata Kv. 448 
Allegro con spirito
Andante
Molto allegro

G. Tailleferre                                                                                                     Jeux de plein air
La tirelitentaine
Cache-cache Mitoula

C. Saint-Saens                                                                                                Danse Macabre op. 40

D. Shostakovich                                                                                                Concertino op,. 94

_______________________________________________________________

I posti prenotati sono da intendersi come “posto non numerato”. Il pubblico sarà invitato a sedersi a terra, o sul prato, ove possibile, prendendo posto dove indicato dalle bandierine o bollini segnaletici e seguendo le indicazioni dello staff e dei volontari di Piano City Milano.
_______________________________________________________________

Elisa D'Auria
Talento precoce, musicista curiosa e sensibile, Elisa D’Auria, dopo gli studi presso il Conservatorio di Milano, la Scuola di Musica di Fiesole e la Haute Ecole de Musique di Ginevra, ha intrapreso un’attività concertistica che le ha permesso di suonare in alcune tra le più prestigiose sale europee, asiatiche e americane, dalla Carnegie Hall di New York al Musikverein di Vienna, dal Palais des Congrès di Montecarlo al Shanghai Oriental Center, Teatro Grande di Brescia, Sala Verdi del Conservatorio di Milano. Molti sono i premi ottenuti con le partecipazioni a concorsi internazionali e fondamentali per la sua crescita artistica sono stati i consigli di grandi maestri quali Maria Tipo, Maria João Pires, Arie Vardi, Konstantin Bogino, Jerome Lowenthal e Garrick Ohlsson. Elisa ha avuto l’onore di partecipare al MAW Festival di Santa Barbara negli USA e nel 2015 al Tanglewood Music festival dove le è stata attribuita la Bernstein Fellowship e ha collaborato anche con Michael Tilson Thomas e Andris Nelsons. Appassionata camerista, ha suonato Fanny Clamagirand, Erica Piccotti, Miranda Liu, Leonora Armellini, Faust-Quartett, Quartetto Adorno. Il suo repertorio spazia da Frescobaldi alla musica contemporanea di cui è un’interprete entusiasta. Suoi concerti sono stati trasmessi da RAI Radio Tre, Radio Classica, Radio Vaticana, RSI Lugano e Radio Suisse Romande. Ha inciso per le etichette Limenmusic e Velut Luna. E’ docente di pianoforte principale presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza.

Leonora Armellini
Vincitrice del "Premio Janina Nawrocka" per la "straordinaria musicalità e la bellezza del suono" al Concorso Pianistico Internazionale “F. Chopin” di Varsavia (2010), la pianista Leonora Armellini (1992) è considerata una delle più brillanti musiciste italiane degli ultimi anni. Fra i numerosi premi e riconoscimenti per le sue qualità artistiche, umane e per il suo impegno sociale, Leonora ha ricevuto nel 2013 dalle mani di Zubin Mehta il premio “Galileo 2000 Pentagramma d’oro” per il “grande coraggio e talento musicale”. Nel maggio 2013, l'Associazione Nazionale Critici Musicali ha deciso di assegnare il “XXXII Premio Abbiati”, "Premo Piero Farulli", al Trio formato da Leonora, Laura Marzadori e Ludovico Armellini (Pianoforte, Violino e violoncello). Si esibisce presso prestigiose sale in tutto il mondo (quali la Carnegie Hall di New York, il Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, la Salle Cortot di Parigi, la Filarmonica di Varsavia, il Teatro La Fenice di Venezia, la Steinway Hall di Londra, la Tongyeong Concert Hall in Corea del Sud, la Musashino Concert Hall di Tokyo, Millennium Monument Theater a Pechino, e molte altre), come solista, camerista e con numerose orchestre fra cui la Filarmonica di Varsavia, l’Orchestra di Padova e del Veneto, I Solisti Veneti, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra del Teatro La Fenice, l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra Nazionale Ucraina e la Sinfonia Varsovia. Leonora è protagonista di cinque progetti discografici ed è stata invitata da radiotelevisioni italiane ed estere per trasmissioni di interviste e concerti fra i quali ricordiamo i recital per i “Concerti del Quirinale” e l’apparizione come ospite al Festival di Sanremo 2013. A fianco di Matteo Rampin ha scritto e pubblicato il libro di divulgazione musicale “Mozart era un figo, Bach ancora di più”, edito da SALANI (2014), giunto alla settima edizione e tradotto in spagnolo. Intrapreso lo studio del pianoforte a quattro anni con Laura Palmieri, si diploma a dodici ottenendo il massimo dei voti con lode e menzione speciale. Subito dopo il diploma vince il “Premio Venezia” (2005) e prosegue la propria formazione con Sergio Perticaroli presso l’Accademia di S. Cecilia di Roma, diplomandosi con lode e diventando così la più giovane diplomata della prestigiosa istituzione (2009). Dopo aver frequentato il Master all’Hochschule di Amburgo con Lilya Zilberstein, si perfeziona con Boris Petrushansky all’Accademia di Imola.

Condividi:

Università degli Studi di Milano, Cortile d'Onore

Via Festa del Perdono 7

Attenzione! L'ingresso al concerto è subordinato al rispetto delle normative per l'emergenza sanitaria in atto: l’utilizzo di DPI (mascherine) conformi alla normativa, il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e l'uso di igenizzante per le mani.

Let's keep in touch

for any further information drop us a lineinfo@pianocitymilano.it

Subscribe our newsletter

If you would like to keep informed
of all our activities, subscribe our newsletter: