Sabato 21 | 12:00
Angelo Fabbrini, in conversazione con Angelo Foletto

Sabato 21 | 12:00

Angelo Fabbrini, in conversazione con Angelo Foletto

"La valigetta dell'accordatore"

In collaborazione con Corriere della Sera.

PROGRAMMA

1) Negli ultimi anni la gamma di pianoforti per i concertisti si è ampliata: fra i più prestigiosi alla ribalta il Marchio C.Bechstein

2) Il "Duecentesimo" così come il primo D-274 acquistato dalla Ditta Fabbrini (identificato da sempre come il "Numero Uno") rimarranno fra gli strumenti della "Collezione Fabbrini" quali pietre miliari di una storia che continua

3) Filosofia di lavoro nella manutenzione dei pianoforti della “Collezione” Fabbrini: accompagnare gli strumenti nella loro maturazione cercando di conservare nel tempo le caratteristiche peculiari proprie di ciascun pianoforte

Angelo Fabbrini
Angelo Fabbrini nasce a Pesaro dove eredita dal padre Giulio la professione di tecnico accordatore, assieme al fratello Vittorio. Poiché chiamato da alcuni professori dell'allora Liceo Musicale D'Annunzio, si trasferisce successivamente a Pescara. Dopo un primo tentativo di costruire i pianoforti a Pescara, viene richiesto dall’Associazione Barattelli dell'Aquila, dalla Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara". Massimo Bogianckino chiede la sua opera al Festival di Spoleto dove rimane per oltre trent'anni. Poi, il Festival di Brescia e Bergamo, la Scarlatti di Napoli, l'Accademia Santa Cecilia di Roma, il Teatro alla Scala di Milano, la RAI di Torino dove il contatto con grandi pianisti come Nikita Magalof, Emil Gilels, Martha Argerich, Bruno Canino, Michele Campanella, Alexis Weissenberg, Maurizio Pollini ed Arturo Benedetti Michelangeli porta il suo lavoro non solo in Italia ed in Europa ma anche in Giappone e negli Stati Uniti. Da oltre sessant'anni Angelo Fabbrini opera nel settore dei pianoforti da studio e da concerto: ciò gli ha consentito di acquisire e perfezionare un'elevata professionalità riconosciuta in Italia e all'estero. L'esperienza maturata negli anni, frutto di un'intensa attività concertistica al seguito di grandi pianisti, pone il suo Servizio Concerti tra i più rinomati e prestigiosi a livello internazionale.

Angelo Foletto
Angelo Foletto. Giornalista professionista, dal 1978 critico musicale di Repubblica, è stato vicedirettore di Musica Viva. Ha insegnato al Conservatorio di Milano e alla Scuola Holden. Scrive su Suonare News, Classic Voice e altre riviste. Collabora con Classica/Sky e Radio3, Radio Svizzera Italiana, teatri e istituzioni musicali, il Coro della Sat di Trento, gli Amici della GAM di Milano e il Museo Foletto di Ledro. Dal 1996 presidente dell’Associazione Nazionale Critici Musicali, ha raccontato in un libro-intervista Carlo Maria Giulini, in una monografia Daniele Lombardi e La regia dell’opera lirica nel volume «Musica» dell’Enciclopedia Treccani.

Condividi:

Triennale Milano Teatro

Via Emilio Alemagna 6

Let's keep in touch

for any further information drop us a line info@pianocitymilano.it

Subscribe our newsletter

If you would like to keep informed
of all our activities, subscribe our newsletter